MONTECARLONEWS-Francia e Svezia insieme al Festival di Cannes per promuovere la parità di genere nel cinema

0
38
views

Francia e Svezia insieme al Festival di Cannes per promuovere la parità di genere nel cinema

Il Ministro francese Audrey Azoulay domenica aprirà il seminario ‘FiftyFifty by 2020’ organizzato dalla Svezia, il primo Paese a raggiungere la gender equality nel settore cinematografico

 

Audrey Azoulay, Ministro francese della Cultura e della Comunicazione, sarà a Cannes domenica 15 maggio per aprire il seminario ‘FiftyFifty by 2020′ incentrato sulla parità di genere nel cinema. E’ nota la questione del ruolo delle donne nel settore, davanti e dietro la macchina da presa, e nell’ambito del 69° Festival Internazionale del Cinema sono molteplici le iniziative finalizzate ad una loro maggiore e migliore rappresentatività.

‘FiftyFifty by 2020’ è promosso da Alice Bah Kuhnke, Ministro svedese per la Cultura e la Democrazia, e Anna Serner, CEO dell’Istituto Cinematografico svedese, che saranno presenti all’evento di domenica a Plage Royal per testimoniare come nel giro di tre anni la Svezia sia stato il primo Paese a raggiungere la gender equality nella distribuzione dei fondi pubblici per la produzione dei film. E verrà spiegato come si possa arrivare all’obiettivo anche nel resto dell’Europa.

Le quote rosa sono al centro del dibattito già da tempo. Al seminario parteciperà, tra gli altri professionisti dell’industria cinematografica, la produttrice italiana Chiara Tilesi, che ha fondato la casa di produzione no profit ‘We Do It Together’ con l’intento di finanziare film, documentari e fiction che raccontino e rafforzino il cinema al femminile. La squadra di ‘WDIT’ è composta da uomini e donne e nell’advisory board figura l’attrice italiana Valeria Golino, che quest’anno è nella giuria del Festival di Cannes.